FANDOM


Piero Pelù (Firenze, 10 febbraio 1962) è un cantautore italiano. È cofondatore e leader del gruppo rock italiano Litfiba. Con Litfiba pubblicò tre album Desaparecido, 17 Re e Litfiba 3. Lasciando la band ebbe molti successi da solita.[1]


Biografia

Primi anni

Piero Pelù crebbe a Massa. Si avvicinò alla musica rock a 8 anni, con l'acquisto della prima chitarra elettrica, una Eko Eldorado. Due anni dopo, a Parigi, rimase folgorato in un negozio di musica da Paranoid dei Black Sabbath, in particolar modo, dalla chitarra di Tony Iommi.[1] Il primo disco che comprò personalmente fu invece Revolver dei Beatles. Nel 1976, assiste al suo primo concerto di musica rock: quello dei New Trolls. Da giovane iniziò ad appassionarsi alla musica e soprattutto del canto mentre frequentava il liceo classico, divenendo il frontman di una band liceale, i Mugnions, dal nome del fiume Mugnone, che da Fiesole scende a Firenze e che passava adiacente al condominio dove abitava la famiglia Pelù.[1] Piero, in quel periodo, iniziò a farsi chiamare con l'appellativo di "Pierotten", in onore a Johnny Rotten e anche perché il termine rotten significa marcio, considerato un bell'aggettivo per chi frequentava il punk. Terminate le scuole, parte per un viaggio a Londra ispirato dal punk inglese, deciso a trasferirsi per sempre nella capitale inglese, ma deluso dai punk ormai imborghesiti torna a Firenze.[1]

La nascita dei Lifiba

Tramontato il progetto dei Mugnions, si unisce ad Antonio Aiazzi, Federico "Ghigo" Renzulli, Gianni Maroccolo e Francesco Calamai fondando i Litfiba.[1] L'esordio vero e proprio è avvenuto il giorno 6 dicembre 1980, alla Rokkoteca Brighton (che è in realtà un'appendice della casa del popolo di Settignano, vicino a Firenze). Dopo la realizzazione di qualche EP, nel 1985 esce il loro primo album, Desaparecido. Ad esso faranno seguito 17 Re (1986) e Litfiba 3 (1988).[1] È la trilogia del potere: tre album basati sul rifiuto al totalitarismo. Di questo periodo fanno parte anche i live 12-5-87 (aprite i vostri occhi) e Pirata, il quale, trainato dal singolo Cangaceiro, li consacra come gruppo rock di successo. In questo periodo, si impegnarono con una personale chiave di lettura della new wave e crearono una vera e propria "wave rock mediterranea" capace di coniugare il fascino etnico dei suoni mediterranei con la spigolosità delle atmosfere dark anglofone.[1]

Galleria

Note

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 1,5 1,6 Piero Pelù su Wikipedia

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.